Wartsila stampa in 3D parti critiche di un motore navale

wartsila motore navale stampa 3d metallo

Wartsila Hub for Additive Manufacturing (WHAM) in collaborazione con la società di ingegneria Etteplan, testa le prime parti di motori navali realizzate con tecnologie di stampa 3D per metalli.

Wartsila e la stampa 3D

Non è la prima volta che Wartsila produce parti in stampa 3D per applicazioni nel settore navale. Già nel 2019 era stato mostrato al mondo il primo tool certificato, prodotto con stampa 3D, realizzato dall’Azienda finlandese. Nello specifico si trattava di un attrezzo prodotto con materiali compositi utile al sollevamento di parti pesanti del motore con una capacità di sollevamento massima di 960 kg senza deformazioni.
La sezione WHAM di Wartsila questa volta si è però spinta oltre progettando e realizzando un componente di un motore navale in metallo attraverso tecnologie additive per metalli.

stampa 3d motore navale

Componente in metallo per motore navale

La produzione della parte motore è stata il frutto della collaborazione tra Wartsila, il produttore di sistemi di manifattura additiva EOS, la Società di ingegneria Etteplan ed il gruppo svedese AMEXCI. “La trasparenza è stata fondamentale e la collaborazione con una rete ci ha permesso di fare passi da gigante nello sfruttamento della stampa 3D”, ha affermato Giuseppe Saragò, Direttore di STH Manufacturing Excellence presso Wärtsilä. “Questo lavoro ha anche innescato alcuni nuovi progetti di ricerca e sviluppo interessanti e innovativi che beneficeranno ancora una volta della nostra rete, collegando diverse università in Europa, partner come Etteplan e le nostre risorse interne in modo che le competenze siano condivise sia all’interno della nostra azienda che a livello di ecosistema.”

wartsila stampa 3d metallo logo

Al momento la parte prodotta è stata montata e testata a piena potenza su un motore navale superando tutti i test di Wartsila. “Aumentare la quantità di stampa 3D ridurrà l’uso di energia e le emissioni, portando la produzione globale in una direzione molto più sostenibile”, ha affermato Juho Raukola, Esperto di innovazione presso Wärtsilä. “WHAM è stata in prima linea in questa tendenza e il nostro obiettivo è continuare a portare ai nostri clienti parti stampate in 3D innovative e personalizzate che consentano di risparmiare denaro, ridurre i tempi di consegna e rimuovere i requisiti per lo stoccaggio e il trasporto”. Probabilmente l’uso dei sistemi di stampa 3d modificherà anche i processi produttivi del settore navale. Vi terremo aggiornati. Articolo dedicato al primo attrezzo di sollevamento certificato prodotto da Warstila.

Pin It on Pinterest