Sempre più applicazioni delle tecnologie di additive manufacturing riguardano l’ambito Automotive. In questo caso parleremo di Bugatti, nota Casa produttrice di automobili francese. La compagnia sta eseguendo i test sulle nuove pinze freno che verranno montate sulle Chiron della serie 2019.

Nuove pinze freno Bugatti stampate in Titanio

Modificare l’impianto frenante di un’automobile sportiva è un’operazione molto delicata e sotto alcuni aspetti anche rischiosa… soprattutto se le automobili in questione sono le sportive della Bugatti che superano abbondantemente i 300km/h. Eppure in Bugatti hanno deciso di sviluppare nuove pinze freno realizzate attraverso tecnologie di additive manufacturing per metalli.

stampa 3d titanio freni Bugatti

Gli ingegneri ed i progettisti hanno lavorato ad un nuovo monoblocco in Titanio a sostituzione del “vecchio” elemento frenante in alluminio. Le nuove pinze freno che equipaggeranno il modello Chiron, sono al momento il più grande elemento stampato in 3D e montato su vetture di serie (lunga 41 cm, larga 21 cm e alta 13,6 cm). Anche i tempi intercorsi tra la progettazione e la realizzazione del primo modello fisico da testare – time to market – sono stati un vero record: solo 3 mesi. I progettisti hanno realizzato il modello CAD che è stato stampato presso il Laser Zentrum Nord di Amburgo in 45 ore. Nello specifico, le nuove pinze freno Bugatti sono state prodotte con tecnologia Selective Laser Melting attraverso un sistema equipaggiato con 4 laser a fibra da 400W ognuno. Le tecnologie di stampa 3d per metalli hanno reso possibile la realizzazione dei nuovi monoblocchi in titanio Ti6AI4V, generalmente utilizzato per la realizzazione di parti in ambito aerospaziale, grazie alla sovrapposizione di 2,213 layer di polvere Metallica.

stampa 3d bugatti pinze freno titanioStampa 3d in Titanio: i vantaggi per Bugatti

Il processo di manifattura additiva per metalli e l’utilizzo della lega di Tutanio, ha portato alla realizzazione di una pinza freno con una resistenza alla trazione di 1.250 N/mm2. Ulteriore vantaggio, oltre a quello della maggior resistenza alla rottura, riguarda il peso. Il nuovo componente stampato in 3d ha infatti un peso di soli 2,9 kg che è circa  circa il 40% in meno rispetto al vecchio componente in alluminio che pesava 4,9 kg.

Di sotto il video dei test delle pinze freno Bugatti realizzate in stampa 3D per titanio.

 

Pin It on Pinterest