Il diamante, la gemma fra le gemme, l’oggetto più ambito da ogni donna a sugello di una proposta di matrimonio, è soprattutto il materiale più duro conosciuto in natura.

Per le sue straordinarie proprietà chimico fisiche, in primis la durezza, il diamante è un materiale molto ricercato per applicazioni industriali di vario genere, dalla produzione di strumenti di perforazione e taglio, a rivestimento per utensili.

L’alta resistenza rende però difficile il suo impiego nella realizzazione di forme complesse.

L’azienda Sandvik ha vinto la sfida di trasformare il diamante in un materiale con il quale poter produrre “qualsiasi cosa, con qualsiasi forma”, aprendo la strada per nuove applicazioni prima considerate inimmaginabili.

“Storicamente, la stampa 3D in diamante era qualcosa che nessuno di noi immaginava fosse realizzabile”, ha spiegato Anders Ohlsson, Delivery Manager presso la Sandvik Additive Manufacturing. “Anche ora stiamo appena iniziando a cogliere le possibilità e le applicazioni che questa svolta potrebbe avere.”

Il processo di stampa 3D del primo composto di diamante

L’azienda svedese Sandvik, leader nella tecnologia dei materiali, in collaborazione con Additive Sandvik, divisione specializzata nei sistemi di produzione additiva, ha stampato in 3d un materiale composito di polvere di diamante e polimero.

diamante stampa 3d sandvik

Per la fase di produzione è stata impiegata la tecnica della stereolitografia, che utilizza una luce ultravioletta per polimerizzare il composto strato dopo strato, fino alla completa realizzazione della geometria programmata.

Lo step successivo, la sinterizzazione del materiale, è stato realizzato con un metodo innovativo elaborato ad hoc dal team di R&D. E’ a questo punto che la componete polimerica viene eliminata e la polvere di diamante si compatta in un pezzo unico.

“Questo passaggio è stato estremamente complicato. Tuttavia, dopo numerosi sforzi di ricerca e sviluppo e numerose prove, siamo riusciti a prendere il controllo del processo e realizzato il primo composito di diamanti stampato in 3D. ” ha affermato Mikael Schuisky, responsabile R&D di Sandvik Additive Manufacturing.

I test hanno confermato che il prodotto finale ha mantenuto le eccezionali proprietà del diamante puro: estrema durezza, resistenza alla corrosione, bassa densità ed elevata conduttività ed espansione termica.

“Ora abbiamo la capacità di creare compositi diamantati forti, in forme molto complesse attraverso la produzione additiva, che fondamentalmente cambierà il modo in cui le industrie saranno in grado di utilizzare questo materiale. A partire da ora, l’unico limite al modo in cui questo materiale super duro può essere modellato e utilizzato dipende dall’immaginazione del designer “, ha concluso Mikael Schuisky.

Il gruppo Sandvik

Sandvik è un gruppo industriale globale con sede a Stoccolma, che opera dal 1862 nel settore dell’ingegneria.

sandvik gruppo stampa 3d

In questi 150 anni di storia, Sandvik è diventato leader nei settori di attività in cui opera grazie a investimenti costanti in ricerca e sviluppo. I dati diffusi dall’azienda nel 2018 parlano di un fatturato di 100 miliardi di corone svedesi, di cui 3,7 miliardi spesi in R&D. Ad oggi sono attivi 5.900 brevetti registrati da Sandvik.

Il gruppo Sandvik è organizzato in tre distinte aree di business, ciascuna delle quali gestisce direttamente le operazioni di ricerca e sviluppo, produzione e vendita dei propri prodotti.

  •  Sandvik Machining Solutions sviluppa tecnologie per il taglio dei metalli e comprende al suo interno tre divisioni:

Sandvik Coromant produce utensili e sistemi di attrezzamento modulare per le operazioni di taglio dei metalli: strumenti per la barenatura, fresatura, tornitura dei metalli.

Additive Sandvik offre servizi di consulenza in AM, service di produzione additiva e polveri metalliche (acciai a bassa lega, acciai inossidabili, leghe di nichel, cobalto, titanio, rame, alluminio, composito di diamante)

Digital Manufacturing Solutions: mette a disposizione soluzioni digitali per ottimizzare tutte le fasi della produzione.

  • Sandvik Mining and Rock Technology fornisce tecnologie per il settore minerario ed edile: macchine per sondaggi geognostici, estrazione in cava, perforazione di rocce, scavo di gallerie, carico e trasporto dei materiali.
  • Sandvik Materials Technology studia la tecnologia dei materiali e realizza prodotti per l’industria in acciai inossidabili, leghe speciali e titanio (barre, billetti, lingotti, piastre, nastri in acciaio, tubi, cavi); oltre a prodotti da fornace e materiali di riscaldamento.

stampa 3d diamante sandvik

Sandvik e la strategia di espansione nel mercato Additive Manufacturing

L’azienda svedese rafforza la sua posizione nel mercato dell’Additive Manufacturing con la recente acquisizione di una partecipazione nell’azienda italiana Beam IT, service di stampa 3d leader in Europa.

Con questa operazione, Sandvik nel breve periodo allarga l’offerta per i suoi clienti ma nel lungo periodo punta a diventare fornitore di riferimento per settori esigenti come quello aerospaziale, automobilistico ed energetico.

“Il settore AM si sta sviluppando rapidamente e per i partner specializzati AM è necessario disporre delle competenze e delle risorse avanzate necessarie per aiutare i clienti industriali a sviluppare e lanciare i loro programmi AM. Con l’investimento in Beam IT forniamo ai nostri clienti l’opportunità di accedere alla potenza complementare e combinata di Sandvik e Beam IT “, ha affermato Kristian Egeberg, Presidente di Sandvik Additive Manufacturing.

Le due aziende esporranno insieme al Formnext 2019 di Francoforte e presenteranno gli obiettivi della loro sinergia. Nella Halle 11.0, stand B19 e B11 saranno presenti inoltre due eccellenze firmate Sandvik ed entrambe finaliste nella competizione Purmundus Challenge della fiera: la prima chitarra stampata in 3d in titanio a prova di chitarristi heavy metal e, naturalmente, il primo composto di diamante stampato in 3d al mondo.

Stampa 3D diamante: il video Sandvik

Pin It on Pinterest