CRP Technology e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali del Politecnico di Milano (PoliMi) hanno lavorato insieme per creare alcuni componenti posizionati sui dimostratori aeroelastici utilizzati per due progetti:

  • Aeroelastic Flutter Suppression (AFS)
  • Gust Load Alleviation techniques assessment on wind Tunnel Model of advanced Regional aircraft (GLAMOUR)

Il primo è stato pensato da PoliMi e dall’University of Washington per testare le diverse tecnologie di sistemi di controllo usate per la soppressione attiva del flutter nella galleria del vento.

Il secondo, invece, aveva il compito di verificare l’ottimizzazione tecnologica e la validità dei sistemi creati per alleviare i carichi da raffica da installare su un velivolo di nuova generazione GRA (Green Regional Aircraft) prodotto dal Leonardo Company-Aircraft Division.

Grazie all’aiuto di CRP Technology, azienda modenese che opera nel settore della stampa 3D professionale e produttrice dei materiali per sistemi SLS – Windform®, sono state realizzate le parti aerodinamiche dei due dimostratori aeroelastici (modelli in scala di prototipo di velivolo) per i test in galleria del vento di entrambi i progetti

Windform: materiali per sistemi Selective Laser Sintering

materiale stampa 3d windform

Windform è un materiale per sistemi di stampa 3D SLS (Sinterizzazione Laser Selettiva) certificato ISO 9001: 2015 ideale per la prototipazione funzionale. Da quando in CRP è stato creato il marchio Windform, sono stati rilasciati sette materiali di stampa, sei delle quali a base poliammidica e un elastomero.

Caratteristiche principali dei materiali

  • Elevata resistenza alla flessione
  • resistenza al calore
  • sopportazione di carichi aerodinamici

Vantaggi della stampa 3D 

Prima dell’avvento delle tecnologie di manifattura additiva professionali, i settori aerodinamici delle ali aeroelastiche venivano prodotti tramite laminazione a secco di tessuti in fibra di carbonio o di vetro, che avvolgevano blocchi di Styrofoam opportunamente tagliati per assumere la forma dell’ala.

Tale procedimento aveva bisogno di tempi molto più lunghi e otteneva aveva una finitura superficiale di qualità assai inferiore.

Oggi, la stampa 3D professionale ha rivoluzionato l’intero processo di costruzione e di verifica delle parti apportando importanti vantaggi:

  • velocità di produzione
  • riduzione dei tempi
  • possibilità di ottimizzare la forma interna di tali settori aerodinamici, per renderli più leggeri e rigidi possibile

Windform è davvero un materiale innovativo, già precedentemente utilizzato per produrre Energica, la prima moto elettrica italiana e TuPOD, il primo satellite interamente stampato in 3d.

Pin It on Pinterest